Mi presento


 

Regno UnitoClick on the flag for the English version

Falupe: classe 69… ottima annata e numero perfetto!

Nato ad Aosta, vissuto in provincia di Livorno fino all’età di 24 anni, tornato ad Aosta per 4 anni, vivo a Roma.

Sono cresciuto con l’amore per i viaggi. Sin da piccolo non vedevo l’ora di partire con i miei genitori in camper alla scoperta del Bel Paese. A quei tempi avere un camper era come andare sulla luna. Nella mia città ce n’erano solo poche unità.

Poi sono cresciuto con l’idea di fare il camionista immaginando di viaggiare per tutta l’Europa alla scoperta di luoghi e popoli lontani dalla mia conoscenza del momento, epoca nella quale non si comprendeva ancora il significato di globalizzazione.

La mia curiosità di viaggiatore veniva alimentata dalla collezione di francobolli provenienti da ogni angolo della terra. Così, paesi lontani entravano nel mio immaginario, pronti per essere raggiunti quanto prima: l’India, la Tailandia, il Vietnam ma anche i Paesi caraibici.

Il momento topico è arrivato all’età di 18 anni con il mio primo e vero viaggio durato un mese con la formula interrail visitando alcune città europee in treno. Il muro dell’immaginario veniva abbattuto toccando con mano città quali Parigi, Lussemburgo, Bruxelles, Bruges, Amsterdam, Monaco di Baviera, Vienna e Basilea.

Ma la mia voglia di viaggiare aumentava sempre più; si facevano avanti modalità alternative di scoperta di questo fantastico mondo. È così che sono nati gli interessi per il motociclismo e la subacquea, sfociati in vere e proprie passioni pochi anni dopo.

Iniziando a lavorare i sogni si trasformavano piano, piano in realtà e con il matrimonio si rafforzava sempre più la “dipendenza dal viaggio”, una vera droga che ti sballa.

Grazie al “ritrovamento” di una compagna ideale che tutti sognerebbero di avere, ha inizio la scoperta di angoli incantevoli del nostro pianeta.

Anno dopo anno è un susseguirsi di viaggi in paesi extraeuropei, non disdegnando però luoghi più vicini a noi del Vecchio Continente e dell’italica penisola.

L’amore che entrambi abbiamo per i cani, per i boxer in particolare, ci spinge a fare una vera e propria pazzia: trasformare la nostra El Andador (è il nome della nostra Harley Davidson Street Glide) in un fantastico sidecar con il quale partire alla volta di nuove avventure in compagnia della nostra principessa Luna (Del Conte di Buck).