Il matrimonio inaspettato


Storia di un matrimonio inaspettato. Due giovani, uno di origine ecuadoregna, l’altra peruviana e il mio sidecar El Andador.

  • Metti che un giorno ti svegli di soprassalto con la testa dolorante che gronda di sudore.
  • Metti che con difficoltà ed ansia afferri la carta di circolazione del mezzo che ti avrebbe dovuto condurre a breve ad esplorare nuove terre.
  • Metti che rimani folgorato dalla visione della carta di circolazione scaduta di validità.
  • Metti che, per caso, trovi vicino casa un meccanico, simpatico e pure bravo.
  • Metti che riesci a revisionare il fide destriero senza alcun problema.
  • Finalmente mi rilasso… si, la vacanza è salva!
Il matrimonio inaspettato

Vi presento lo sposo

Si chiama Diego, lui. Un giovane ragazzo dai tratti somatici che celano una lontana provenienza.

Si innamora di El Andador, il mio sidecar. Come non comprenderlo!

Con fare timido mi annuncia il suo matrimonio da lì ad un mese. Mi chiede la cortesia di venire con il sidecar davanti alla chiesa per fare una sorpresa alla sposa, innamorata anche lei dei motori.

Rimango attonito per qualche secondo, poi accetto subito dopo. Come non farlo. La tenerezza che sprigiona dai suoi occhi lascia senza parole.

 Arriva il fatidico giorno

Raggiungo la chiesa di Santa Maria della Luce, nel quartiere Trastevere della Capitale. Non conoscevo prima questo luogo di culto.

Una targa all’ingresso mi colpisce: centro cristiano latino americano.

Entro e rimango senza parole. Gli inviati per la maggioranza sono di origine ecuadoregna e peruviana; la messa è recitata in spagnolo. Che meraviglia. Sembra di essere entrato in una chiesa di un paese straniero.

Sono ora in grado di comprendere le origini di quel tratto esotico di Diego.

Mi faccio vedere, tranquillizzando il giovane sposo. La sposa è bellissima. Si chiama Omy. Insieme formano una coppia fantastica.

Il matrimonio inaspettato
Il matrimonio inaspettato

Brevi cenni storici

L’origine del nome della Chiesa pare sia ascrivibile al miracolo occorso nel 1730 ad un povero cieco che, dopo aver invocato aiuto per i forti rumori uditi, acquisì la vista riuscendo a vedere sulla parete di una casa vicina l’immagine della Madonna circondata dalla luce. Il miracolato, euforico per la guarigione, iniziò a gridare “luce, luce, luce…”.

Il matrimonio inaspettato – Santa Maria della Luce

Ma torniamo al matrimonio

Arriva il momento topico per El Andador. Mi faccio largo tra gli invitati e parcheggio il sidecar davanti all’ingresso della chiesa, tra lo stupore dei partecipanti.

Gli sposi salgono sul ferro e posano per gli scatti fotografici. Che belli che sono.

 

Tutti vogliono un ricordo e fanno a gara per guadagnarsi un posto vicino alle tre ruote.

Sono contento e fiero perché l’immagine della mia moto accompagnerà per tutta la vita i novelli sposi, ogni qualvolta loro sfoglieranno le foto di questo giorno importante, ricco di emozioni.

Grazie ragazzi è stato un piacere conoscervi.

Evviva gli sposi ❤️

 

 

Il matrimonio inaspettato
Il matrimonio inaspettato

Se ti è piaciuto l’articolo vota con le stelle ⭐️ e lascia un commento.

Salva

8 Comments

  1. clodb81

    Come dare torto a questi ragazzi? Una sorpresa davvero bella da parte di lui.
    Fai bene ad esserne fiero! E mi ricorda un pò quando, per il nostro matrimonio, abbiamo preteso che mio babbo tirasse a Lucido il suo Laverda per noi. Ora è parte per sempre delle foto!
    Claudia B.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...